La figlia dell'inverno

La corte del Topo Infuocato (5^ Giocata)

Il gruppo entra all’interno della corte del topo infuocato e si ritrova in un giardino in stile giapponese, dove c’è un grosso albero e dietro tre palazzi di cui uno, quello centrale più alto.Il gruppo prova a chiedere informazioni per incontrare il capo ad un changeling di passaggio ma questo non risponde e in più, allarmato torna sui suoi passi in direzione del palazzo centrale.Allora la comitiva decide di provare ad andare verso la struttura centrale, all’entrata Lisa viene mandata un po’ più avanti rispetto agli altri, ma all’ingresso del palazzo viene fermata da due samurai. Uno dei due inizia a parlare giapponese ma nessuno lo capisce quindi tutti arretrano un po’, così il samurai gli fa cenno di inginocchiarsi, e dopo che il gruppo ha ubbidito il samurai scompare.
Poco dopo arriva un changeling anziano con le fattezze di un topo vestito con una lunga tunica rossa, il capo della corte del topo infuocato.
Il gruppo segue l’anziano changeling fino ad un giardino dove inizia a parlare, all’inizio in giapponese poi in inglese così che il gruppo possa capirlo e raccontargli la loro storia. A racconto terminato il capo della corte annuncia al gruppo che possono rimanere nella corte a patto che rimangano nelle loro stanze e che non parlino agli altri changeling fino a che lui non capirà se la teoria che gli hanno raccontato sia vera o falsa.Dopo che la comitiva ha ringraziato il vecchio changeling si butta da un dirupo e scompare.Un changeling basso e paffuto vestito con un kimono bianco e oro fa cenno al gruppo di seguirlo e poi gli indica una botola dove scendere, sotto c’è la stanza dove alloggeranno i changeling con un bagno in legno, sei materassi e un armadio.La comitiva viene chiusa nella stanza e gli vengono portati i tipici piatti giapponesi durante il giorno, li hanno modo di conoscersi meglio e di parlare della loro vita prima del rapimento.Il secondo giorno si accorgono di avere ancora con se le pistole e quindi decidono di darle al changeling che gli avrebbe portato il prossimo pasto, dimenticandosi della regola del non parlare a nessuno, quindi quando il changeling arriva con i vassoi e il gruppo prova a parlargli lui riprende il cibo e richiude la porta senza ascoltarli, il giorno dopo provano a lasciare le pistole davanti la porta e quando il changeling arriva e vede la situazione gli lascia il cibo ,smonta le pistole per poi lasciarle senza carica e andare via soddisfatto.il terzo giorno vanno a fargli visita il reggente in compagnia di un altro changeling, Tsuyoshy Yusada che lavora come emissario presso gli umani.Il gruppo scopre che Takeda Metsuiro è il titolare della robolife e che la moglie è stata uccisa per mano di un changeling , e che il simbolo che avevano visto è il simbolo di un’organizzazione umana ostile nei confronti dei magici. Comunque ancora non è stato possibile verificare se la storia raccontata al reggente fosse vera ma comunque viene concesso alla comitiva di uscire dalle stanze e dalla corte, gli vengono restituite le cariche delle pistole. Fuori dalla corte Maria esce in perlustrazione e scrive a Irine, gli altri del gruppo aspettano che torni per poi uscire a racimolare malia una volta avuto il via libera da Maria. Lisa cerca Malia in un bar dove prova a rimorchiare un uomo quindi lo bacia, poi lo porta fuori dal locale proponendo di andare a casa sua, lo ribacia e inizia a palpargli il cazzo e una volta presa abbastanza malia con una scusa lascia l’uomo per strada e torna alla corte dove ritrova gli altri compagni.

Comments

Shazaa

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.